Il Sentiero dei Versi

Ingresso sentiero

Ricordate il Filo di Arianna?

Il mito narra che Arianna si innamorò di Teseo quando egli giunse a Creta per uccidere il Minotauro nel labirinto. Arianna diede a Teseo un gomitolo di lana (l’eponimo e proverbiale filo d’Arianna) per poter segnare la strada percorsa nel labirinto e quindi uscirne agevolmente.

In uno splendido bosco, a pochi passi dalla Foresteria, è possibile per turisti ipovedenti, vivere una esperienza a contatto con la natura, supportati da uno smartphone, che come il filo della leggenda, fornisce un aiuto importante.

“Sentiero dei Versi” è la prima esperienza di percorso assistito per Ipovedenti in un bosco alpino.

Grazie alle tecnologie di riconoscimento visivo è stato possibile studiare e realizzare un percorso immerso nei boschi alpini nel quale uno smartphone diventa una guida attiva che, oltre a raccontare storie, informazioni e curiosità sulla fauna della vallata, permette di camminare per il sentiero con una innovativa tecnica che accompagna il visitatore ipovedente, fornendogli una traccia facile da seguire.